Новая версия сайта -> Свято-Елисаветинский монастырь
Главная Написать Карта сайта
Свято-Елисаветинский Видеоканал Свято-Елисаветинский Читать Свято-Елисаветинский
«E allora arriva la libertà…»
Sotto la rubrica «La parola dei padre»

Arciprete Andrej Lemeshonok: Non può andare tutto dritto in questo mondo, comunque sia sarà qualche ostacolo, qualche storto. Niente in questa terra si può fare idealmente. Una volta l’archimandrita Sofronij (Sakharov) ha detto ai suoi monaci: «Pensatevi dell’essenziale, e tutto il resto vi sarà dato in aggiunto». Se iniziamo entrare in particolare, presto lì ci blocchiamo.

***

Siamo distratti, viviamo deconcentrati, non ricordiamo quello che era ieri, non se ne accorgiamo quando qualcuno abbiamo spinto, a qualcuno abbiamo detto insolenze, qualcuno non abbiamo visto… Serve attenzione, che la persona pensa e non vive secondo le elementi della vita interna, dei sentimenti, ma vive cercando Dio. Ecco, proprio questo si chiama la preghiera continua. Pensate che la preghiera continua significa ripetere ogni istante: «Signore, Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me, peccatore?» Significa vivere in continuo in presenza di Dio e rinunciare la volontà propria. Solo in questo modo si può in continuo, 24 ore, pregare.

***

Si può dire, che io non c’entro nulla, che non dipende da me. Dipende, e anche molto. Se tu continui a pregare, vivi sempre con Dio, allora mille persone attorno a te saranno salvati. Se incontri le persone, che hanno cordoglio, la tristezza, e gli dici delle parole di consolazione, parole chiare, se avrai dei pensieri buoni e guardi a tutto con l’occhio puro, lo sai quante opere buone farai? È difficile anche immaginare!

Dopo la Liturgia del 31.01.2016

______________________________________________________________________

Arciprete Andrej Lemeshonok: A volta vivere insieme con una persona pia esternamente è molto difficile, a volta è insopportabile. Questa devozione uccide. È semplice vivere con una persona umile, che pensa di essere peggio di tutti. Se non siamo egoisti, più semplice è stare con noi. Meno cose abbiamo, più possiamo ricevere in Dio. È una regola di vita. Gesù Cristo non aveva nulla in questo mondo, ma aveva l’amore di Dio, benevolenza del Padre Celeste. Il brigante non studiava la teologia, ma si è pentito e per il primo è entrato in paradiso. Perciò oggi la cosa piu importante per noi è la penitenza.

***

Perché con qualche persona è più semplice? Perché è sobrio, mette se stesso all’ultimo posto, non chiede attenzione, si sente sempre la sua indignità. E questo fa la persona veramente bella. Invece qualcun’altro ha qualcosa. E bisogna mostrare questo a tutti: «Ho qualcosa. Sapete, che persona spirituale sono? Però! Adesso vi racconto». E si inizia: «Sono andato da tali starets, capite, ho questa scuola spirituale…» E questi discorsi, certamente, «fanno venire il latte alle ginocchia», e loro, tranne la fanfaronata e il desiderio di dire, che «io qualcosa capisco nella vita spirituale», non hanno niente. E padre Nicolaj mi diceva: «Io non capisco e non so niente». È stato detto sincero. E questo è bello, questo è vero! Perciò cercate il vero, ma non falso.

***

Bisogna dare tutta la propria vita a Cristo. E così appare la libertà, non saranno alcuni relazioni troppo umani — chi, e che cosa ha detto, chi dove ha guardato, come ha guardato. Così sarà la fiducia in Dio, e avendo questa fiducia, si può dire insieme con Apostolo: «Tutto posso in Gesù Cristo che mi da la forza» (Fl 4:13)! Perché tutto è in mani di Dio.

Dopo l’acatisto alla reverenda martire Elisabetta 31.01.2016

______________________________________________________________________

Sacerdote Artemij Tonojan: Oggi abbiamo sentito nel Vangelo le parole, che parlano della semplicità, quale dobbiamo raggiungere per essere vicino a Dio, così Lui puo mettere su di noi la Sua mano, come ai bambini, chi hanno pensieri e i sentimenti semplici, chiari, senza malizia.

Dopo Liturgia del 03.02.2016

______________________________________________________________________

Sacerdote Valerij Zakharov: Tutti le nostre opere, tutti i sentimenti devono ubbidire alla volonta di Dio... Solo Dio può stabilire la via per la persona, e nessune idee umane non possono dare la direzione giusta della nostra vita. La persona è appassionata, permalosa, orgogliosa, e se non si volta a Dio per la correzione di vita propria, la vita diventa una confusione, ingiustizia, le offese. Allora noi meravigliamo non solo se stessi, ma anche tutti attorno. Ci vorrebbe, che la nostra vita sarebbe costruita secondo i Suoi comandamenti, secondo la Sua volontà. Perciò bisogna sempre controllare la propria vita, se è gradita a Dio o no.

Dopo il Tedeum. 04.02.2016

______________________________________________________________________

Sacerdote Valerij Zakharov: La crescita spirituale non è visibile, si vede solo il risultato. La persona era orgogliosa, ampollosa, e poi diventa umile. Ma questo non significa che inchina la testa — questo è la nostra impressione dell’umiltà, no, anzi la può alzare in alto, ma dentro capisce e ricorda, chi è lui, e chi è Dio. E cerca di non staccarsi da Dio, non allontanarsi da Lui, non perdersi. Così che lui, che le persone attorno hanno la gioia, perché tramite questa persona opera Dio, tramite questa persona la gioia viene enfusa in tutti.

***

Ogni nostro sforzo, ogni nostro dolore, ogni nostra sofferenza, che noi sopportiamo per amor di Dio, sarà compensata da Lui in cento volte.

Dopo la Liturgia in istituto per bambini. 05.02.2016

______________________________________________________________________

Sacerdote Aleksander Pashkovskij: Certo, noi dobbiamo osservare tutti comandamenti, però, come dicono i padri Santi, i comandamenti non corrispondono alle possibilità umane, la superano. Ma noi speriamo non in se stessi, non in nostre fatiche, anche se riusciamo a fare qualcosa, ma solo alla benevolenza di Dio.

Dopo la Liturgia del 04.02.2016

25.02.2016

di Monastero / Granduchessa Elisabetta / Le Cronache di Vita / Prediche / Monastero / Servizio religioso / Cori del Monastero / Tutto per voi / Botteghe / Bottega / Ai Pellegrini / Mappa del sito / Contatti /
ГлавнаяНаписатьКарта сайта